Nell’immagine di quella tiara

Grazie al rumore fatto da Boris Johnson sull’appuntamento, con la sua richiesta, poi avallata dalla sovrana, di sospendere i lavori del Parlamento inglese fino a quella data, il Queen’s Speech, il discorso che, a Westminster, inaugura il nuovo anno legislativo, è diventato un evento noto anche al pubblico non suddito di sua maestà Elisabetta II. E diventando noto, diventa di costume, con tutte le attenzioni ai dettagli e alle superfluità. Un po’, la passione dell’osservare, ha contagiato pure me.

E guardando appunto ai dettagli “di costume” (è proprio il caso di usare tale locuzione), ho letto dell’uso, da parte della regina del Regno Unito di Gran Bretagna e Irlanda del Nord e degli altri reami del Commonwealth, di una corona più leggera, e non dell’imponente, e tradizionale per l’occasione, tiara imperiale. Ufficialmente, hanno spiegato che, già gravata dal peso dei suoi novantadue anni, la regnante avrebbe avuto difficoltà a sostenere anche il chilo di quell’importante simbolo. Ma a me affascina un’altra suggestione: quella per cui la regina abbia volutamente scelto quell’orpello più esile proprio per sottolineare il momento tutto e solamente inglese che in quell’aula si stava vivendo.

I venti che dal nord del Vallo di Adriano spirano fino alla Belfast Lough, con refoli avvertiti pure oltre le Black Mountains e fino al Canale di San Giorgio, suonano una melodia non certo rassicurante, per chi deve reggere sulla testa il gioiello simbolo di un impero che da tempo no è più tale. E per quanto si sia premurata di ribadire quanto assicurare una Brexit al 31 ottobre sia da sempre un impegno per lei preciso, nella scelta della corona da parte della sovrana è parso quasi entrare un velo di malinconia per il ridursi dell’importanza del suo regno: non più l’impero, si diceva, formalmente finito da più di vent’anni e nei fatti da molto prima, ma sempre meno persino United Kingdom, e sempre più, mestamente, sola Inghilterra.

Questa voce è stata pubblicata in libertà di espressione, società e contrassegnata con , , , , , . Contrassegna il permalink.