Archivi categoria: libertà di espressione

L’esigenza di una destra migliore

«A Michail Sidorovič, tuttavia, faceva specie un’altra cosa. Il nazionalsocialismo non si presentava nel lager con il monocolo e l’aria altera del ricco possidente che con il popolo non ha niente da spartire. Il nazionalsocialismo si trovava a proprio agio … Continua a leggere

Pubblicato in libertà di espressione, politica, storia | Contrassegnato , , , | Lascia un commento

«Ci penserà poi il computer»

Era un album dei Nomadi, del 1985. Quel titolo, Ci penserà poi il computer, allora poteva apparire poco più di una provocazione. Per quanto non poche fossero le distopie che immaginavano macchine pronte a sostituirci in tutto, compresi i lavori … Continua a leggere

Pubblicato in economia - articoli, libertà di espressione, società | Contrassegnato , , , , , , | Lascia un commento

L’egemonica demagogia

«I Costituenti», scrivono i firmatari di un appello lanciato da +Europa contro il progetto di revisione esclusivamente numerica della Costituzione, «scelsero un numero alto di parlamentari perché il pluralismo politico italiano trovasse un’ampia rappresentanza in Parlamento. Oggi sarebbe anche possibile … Continua a leggere

Pubblicato in libertà di espressione, politica | Contrassegnato , , , , , | Lascia un commento

Aggiungeremo un capitolo curdo alla nostra Schuldfrage?

Sulle vicende oscure (perché tenute nascoste e perché buie nella loro essenza) che per Avvenire Nello Scavo sta portando alla luce, il mio amico Pippo Civati scriveva qualche giorno fa: «Per gestire i flussi migratori, l’Europa e l’Italia hanno optato … Continua a leggere

Pubblicato in libertà di espressione, politica, società, storia | Contrassegnato , , , , , , , , | Lascia un commento

La democrazia a sorteggio

«Insieme al mito della partecipazione contro i partiti politici e dell’informazione prodotta dai blogger rinasce anche l’interesse per un’antichissima istituzione che era stata quasi dimenticata, il sorteggio, la più peculiare forma di selezione del personale politico associata alla democrazia fin … Continua a leggere

Pubblicato in filosofia - articoli, libertà di espressione, politica | Contrassegnato , , , , | Lascia un commento

Quei partiti personali figli (e vittime) della velocità

«Sarà un segno dei tempi. Un altro. Sarà che l’epoca richiede più volti che idee, più leader da osannare e dimenticare che progetti su cui riflettere. Sarà che i “mezzi” diventano la sostanza stessa e non sono mai specchi neutri: si … Continua a leggere

Pubblicato in filosofia - articoli, libertà di espressione, politica | Contrassegnato , | Lascia un commento

Difendere l’ambiente e sostenere i consumi: il paradosso delle politiche attuali

L’avrete letto o sentito dire, in questi giorni di discussione e polemica politica fra le varie forze che compongono la maggioranza, ma voglio ricordarlo brevemente su queste pagine: uno dei temi fondamentali, a detta dei protagonisti, nelle riunioni di governo … Continua a leggere

Pubblicato in libertà di espressione, politica, società | Contrassegnato , , | Lascia un commento

Km0 per noi, mercato globale per gli altri?

Solo io vedo il controsenso? Durante l’evento bolognese Villaggio Coldiretti, i responsabili dell’organizzazione agricola hanno manifestato tutta la loro preoccupazione per i possibili dazi sulle produzioni italiane voluti dall’amministrazione statunitense, in particolar modo sul Parmigiano e sul Grana. Dopo la … Continua a leggere

Pubblicato in economia - articoli, libertà di espressione, politica, società | Contrassegnato , , , , , | Lascia un commento

Italia Viva, Governo un po’ meno

«Avete minacciato la vita dell’esecutivo sull’Iva?», chiede un non penso stupito Goffredo De Marchis, per La Repubblica in edicola ieri. La ministra Bellanova, immagino senza scomporsi, risponde: «Il governo come tutti i soggetti è tenuto a darsi delle regole. Dico … Continua a leggere

Pubblicato in libertà di espressione, politica | Contrassegnato , , , , , | Lascia un commento

Così, per capire

La preoccupazione per i dazi statunitensi sull’importazione di formaggi e vini è comprensibile, fra gli associati della Coldiretti: sapere che i propri prodotti rischiano, di fatto, di non poter accedere a uno dei maggiori mercati mondiali non dev’essere certo una … Continua a leggere

Pubblicato in economia - articoli, libertà di espressione, società | Contrassegnato , , , , | Lascia un commento