How many roads

Quante strade deve percorrere un uomo
prima che “uomo” lo si possa chiamare,
cantava quel menestrello del Minnesota,
affidando al vento il suono delle parole.

Ma che siano solo sue le orme sulla via
o d’intera schiatta non ci fu mai detto.
E a me par di ricordare i piedi sul ponte
d’un transatlantico all’inizio del secolo scorso

o sulle sponde d’elvetico lago alla metà,
in un treno lungo la penisola poco dopo,
e ancora in auto, su asfalti a pagamento.

Quante ne ho percorse, quante il sangue
che mi scorre dentro? E vien di riposare,
lasciando al tempo affanno e memoria.

Questa voce è stata pubblicata in poesia, Senza categoria. Contrassegna il permalink.

Lascia un commento