D’altronde, lo hanno nominato

“Io posso sicuramente evitare che la Corea del Nord butti la bomba. Se succede una minaccia del genere, io posso andare tranquillamente a parlare coi coreani”. E c’era bisogno dei lunghi negoziati con l’Iran? Mandavano Antonio Razzi a Teheran un paio di volte, e pure Bibi Netanyahu si sarebbe tranquillizzato.

Davvero, le parole del senatore di Forza Italia, già dipietrista, a Radio24 sono allucinanti. No, non tanto per quello che dice: di gente che parla così, magari dalla terza stravecchia in poi, ne avrete incontrata tantissima. E forse anche sul web, di cui il tanto male risuona in echi fra le serre, spesso capita di imbattersi in altrettanti esempi di levatura linguistica e culturale. Però, nell’uno o nell’altro caso, è pur sempre e solo libertà di parola, che tanto male non può fare. Qui, invece, è facoltà di legiferare quella che è data al nostro campione, e un po’ di più mi preoccupa.

Ora, non per fare il qualunquista, ma è normale che un certo distacco e una certa poca considerazione, quando non proprio disistima e disprezzo, una grossa parte delle élite di questo Paese se li attirino. E se state pensando che Razzi tutto sia tranne che élite, vi ricordo che è nella massima istituzione rappresentativa della nostra Repubblica ormai da quasi dieci anni, alternandosi fra la Camera e il Senato. Così come addurre a giustificazione il fatto che sia stato nominato e non eletto (cosa che lui ribadisce quasi con orgoglio), perché quella era le legge elettorale, non allevia minimamente il dramma.

Anzi, forse lo accentua e ne porta in risalto i toni e le circostanze peggiori, in quanto dimostra che i nominanti, ovvero i massimi dirigenti delle forze politiche che guidano l’Italia (e Razzi è passato nella sinistra e nella destra, per par condicio, diciamo) hanno di quelle istituzioni e dei compiti che in esse si svolgono una considerazione tale da poterle affidare a gente come lui. In fin dei conti, con la sua trasparente incapacità, Razzi è il miglior termometro di quello che sta avvenendo ormai da tempo; verrebbe voglia di ringraziarlo.

Questa voce è stata pubblicata in libertà di espressione, politica e contrassegnata con , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

3 risposte a D’altronde, lo hanno nominato

  1. Fabrizio scrive:

    Razzi sta dicendo all’ONU e all’attori protagonisti dell’accordo nucleare con Iran,
    state sereni che ci penso io!
    Io credo e penso che l’accordo sia solo uno specchio per l’allodole e che ci sia, sottosotto , un progetto ” politicogeografico” di grande dimensione “lobbistico”!
    Per rendersene conto basta ricordare per non dimenticare , il famoso accordo sulla cosiddetta Cortina di Ferro; attori e protagonisti.
    Per capire meglio il progetto lobbistico, che possiamo chiamare “La Cortina Del Nucleare ” basta sovrapporre piante geografiche/topografiche dei gasdotti con piante geografiche/topografiche delle centrali e/o siti nucleari esistenti, in fase di studio, dismessi.
    Inoltre se sovrapponiamo a tali carte le carte geografiche/topografiche dove si estraggono materie prime come grafite e ferrite”miniere di diamanti”, o altre materie prime come idrocarburi, idrogeno, eccetera ed eccetera , ci renderemo conto di cosa si aspetteranno le future generazioni del nostro pianeta.
    Il mio pensiero e’ che si tratta di un progetto che va contro la pace e la sicurezza , va contro la democrazia e la civilta’ di convivenza per una sana e legale vita quotidiana.
    Oggi abbiamo Eni “Ente Nazionale Idocarburi” domani avremo ENI”ENTE NUCLEARE INTERNAZIONALE”.
    P.S. E’ un progetto antisociale e sopprattutto direi “anticulturale “senza se e senza ma!Si incomincia a capire i perche’ e icome mai di determinate scelte di nomine europee , diviaggi stategici, di accordi internos , eccetera ed eccetera.
    P.S.2 Io mi domando e domando a voi ma EXPO , lotta alla fame,…….. (Occcorre avere la faccia dibronzo e non solo)!

  2. Fabrizio scrive:

    Per concludere , il disegno della Cortina Nucleare “scientifico induttivo” e non deduttivo , perche’ lobbistico , sadico,oligarchico, di “Verita’ Nascoste” e’ circolare e di dominio politico geografico da parte di stati come,Francia -Germania-Inghilterra- Russia-Cina- Iran-Arabia Saudita- Paesi Africani Perimetrali- Italia.
    Il Ponte con Stati Uniti e Paesi Sud America Perimetrali attraverso Cuba.
    I popoli si aiutano coinvolgendoli socialmente,culturalmente,economicamente e non sottoponendoli a manovre di finanza occulta !
    La Globalita’ Spaziale ,civilmente e democraticamente parlando,si affronta attraverso progetti di sistemi Geopolitici Spaziali! Sistemi di Stati Uniti America Del Nord e Del Sud, Stati Uniti Asia Oriente ed Occidente ,Stati Uniti Africa Oriente ed Occidente, eccetera ed eccetera.
    P.S.La Germania stia attenta a non fare la fine del topo nel cosiddetto progetto lobbistico!

  3. Fabrizio scrive:

    Mappamondo nucleopolitico:
    Stati Uniti, America del Nord
    Russia, Europa
    Israele , Asia Occidentale
    Corea , Asia Orientale
    Venezuela, America del Sud ?

Lascia un commento