Il gioco della tecnica

Buongiorno,
            vorrei informarvi su di un’iniziativa che si svolgerà, a partire da oggi, in diversi centri della Basilicata. Si tratta di “La tecnica in gioco – Itinerari filosofici in Basilicata” che da questa serata e, dopo un’interruzione per le ferie agostane, fino alla fine di settembre vedrà svolgersi una serie di incontri dedicati, appunto al rapporto tra filosofia e tecnica.
            Prima di passare direttamente al calendario delle iniziative, mi preme innanzitutto complimentarmi per il metodo scelto dagli organizzatori, la Regione Basilicata e le due associazioni culturali “Basilicata 1799” e “Chorus”. Gli ideatori di questo progetto hanno infatti pensato, ottimamente aggiungerei, di suddividere ogni incontro in una diversa città lucana in due momenti diversificati: un primo, durante il quale si avrà la presenza di una conferenza tematica tenuta da un esponente della cultura filosofica italiana; ed un secondo, articolato a mo’ di tavola rotonda o, come recita il programma e, nemmeno tanto velatamente, in omaggio a Platone, di dialogo.
            La prima tappa in cui itinerari si dipaneranno si avrà nella serata di oggi, venerdì 21 luglio, con inizio alle ore 21 presso le Tavole Palatine di Metaponto (MT). Qui si potrà assistere ad una conferenza di Piergiorgio Odifreddi dal tema “Corpi naturali e corpi artificiali: la tecnica incarnata”. E poi ancora domani, sempre con inizio alle 21 nelle vicinanze delle Tavole Palatine di Metaponto, si svolgerà il dialogo sul tema “Lo strumento assoluto: il telefonino” con protagonisti Maurizio Ferraris e Gianluca Nicoletti.
            Estiva, o meglio, marittima sarà anche la seconda tappa di questi itinerari di filosofia che si svolgerà a Maratea, in piazza del Gesù, venerdì 28 e sabato 29 luglio, entrambi gli appuntamenti con inizio alle 21 e 30. Nella cittadina tirrenica, il primo giorno si potrà assistere ad un dialogo a più voci con la presenza di Luciano De Crescenzo, Massimo Donà, Piergiorgio Odifreddi ed Andrea Tagliapietra su “La questione della tecnica fra arte, scienza e filosofia” e successivamente, nella serata di sabato, la conferenza su “Lo spirito della Tecnica” tenuta da Emanuele Severino.
            Gli incontri riprenderanno poi a Matera venerdì 8 e sabato 9 settembre, all’interno di Palazzo Lanfranchi a partire, in tutte e due gli incontri, dalle 18, con la conferenza di Edoardo Boncinelli, il primo giorno, su “L’anima della tecnica” e, sabato, il dialogo Vincenzo Vitiello e Massimo Adinolfi su “Arte scrittura tecnica”. Il fine settimana successivo, venerdì 15 e sabato 16 settembre alle 17 e 30, sarà Potenza ad ospitare gli incontri all’interno del suo Teatro Stabile. Qui, nella giornata di venerdì, si potrà seguire la conferenza su “L’uomo nell’età della tecnica” di Umberto Galimberti e, sabato, il dialogo fra Antonio Gnoli e Franco Volpi su “La vita oltre la tecnica. Questioni di biopolitica”. La serie degli appuntamenti si concluderà, infine, nell’Auditorium dei Padri Trinitari di Venosa venerdì 29 e sabato 30 settembre, tutte e due le volte a partire dalle 17 e 30. Due giornate per due dialoghi di cui il primo, fra Giulio Girello e Stefano Meriggi su “Tecnica e filosofia” e l’altro, che avrà come protagonisti Carlo Sini e Matteo Vegetti incentrato sul “Pensare la tecnica”.
             
Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized. Contrassegna il permalink.

Lascia un commento