Archivi categoria: filosofia – articoli

«Does any of this sound familiar?»

Devo dire che l’offerta di giornali della Lufthansa è sempre ricca e interessante. Ma siccome martedì era il giorno delle consultazioni di midterm americane, mi sono diretto sul New York Times (la Faz l’ho presa, confesso, ma messa in valigia … Continua a leggere

Pubblicato in filosofia - articoli, politica, società, storia | Contrassegnato , , , , , | Lascia un commento

Non è il migrante che ti ruba il lavoro, è il padrone a sfruttarvi entrambi

«Per gli esclusi che sospettano di essere ormai relegati tra gli ultimi, scoprire che sotto di loro c’è qualcun altro è una sorta di evento salvifico, che restituisce loro dignità umana e salva quel poco che rimane della loro autostima. … Continua a leggere

Pubblicato in filosofia - articoli, libertà di espressione, politica, società | Contrassegnato , , , , , , , | Lascia un commento

«Se i padroni di questo mondo avessero letto un po’ di più»

«Qualunque sia il nome giusto per designare queste persone, quali che siano le loro motivazioni, origini e destinazioni, quale che sia l’effetto della loro partenza sulle società che abbandonano, o quello del loro arrivo sulle società alle quali approdano – … Continua a leggere

Pubblicato in filosofia - articoli, libertà di espressione, politica, società | Contrassegnato , , , , | Lascia un commento

Immaginate che siano bianchi

«E ora immaginate che sia bianca». Conclude così, trattenendo le lacrime, la sua arringa finale ne Il momento di uccidere, Matthew McConaughey, dopo aver raccontato l’indicibile fatto a una bambina di colore da due energumeni poi giustiziati nell’atrio dal padre, … Continua a leggere

Pubblicato in filosofia - articoli, libertà di espressione, società | Contrassegnato , , , , , | Lascia un commento

Un po’ di «autonomia del negativo» (se fosse permesso citare compianti maestri)

Lo sberleffo, il dileggio, soprattutto se accompagnati da disinformazione e sussurro adito ad alimentare il sospetto, spesso nascono e si muovono all’interno di una concezione nichilistica del mondo e della società, e non conducono a niente, fatta salva la possibilità … Continua a leggere

Pubblicato in filosofia - articoli, libertà di espressione, politica, società | Contrassegnato , , , , , | Lascia un commento

Giustizia è disobbedire

«Se questa è la Legge», titolava ieri in prima pagina Avvenire, a proposito di quanto sta avvenendo nel sud degli Stati Uniti, al confine con il Messico, dove, scrive nell’editoriale sullo stesso quotidiano Eraldo Affinati, «duemila bambini divisi a forza … Continua a leggere

Pubblicato in filosofia - articoli, libertà di espressione, politica, società | Contrassegnato , , , , , , , , , | 1 commento

Il vecchio sapore del futuro

«Per trent’anni ha lavorato a Melzo, in provincia di Milano, per la Grief Italia S.p.a., ramo italiano di una multinazionale che produce taniche e altri contenitori. Per quasi tutta la sua vita professionale, ha dovuto convivere con una pesante disabilità, … Continua a leggere

Pubblicato in economia - articoli, filosofia - articoli, politica | Contrassegnato , , , , | Lascia un commento

La differenza in una preposizione, semplice o articolata

Intervistato l’altra sera da Lilli Gruber a Otto e mezzo, su La7, Pieluigi Bersani ha spiegato che si può essere sinistra di governo anche stando all’opposizione. Perché, diceva giustamente, pure da quel ruolo e da quei banchi si possono influenzare … Continua a leggere

Pubblicato in filosofia - articoli, libertà di espressione, politica | 2 commenti

Forse è l’offerta a non essere allettante

Tra quelli che ti spiegano che per il diritto di voto sono morti in tanti e non è possibile sprecarlo rinunciando a votare e quanti chiamano alla responsabilità che solamente si può esprimere a sostegno loro e dei loro preferiti, … Continua a leggere

Pubblicato in filosofia - articoli, libertà di espressione, politica | Contrassegnato , , | Lascia un commento

Tristi doppi

11Un brano musicale e un capitolo di un libro d’un musicista. È strano, ma sembrano due trattati di sociologia. Meglio, di antropologia. E parlano di doppi, tristi doppi, che si son conosciuti perché li si è vissuti, o perché è … Continua a leggere

Pubblicato in filosofia - articoli, libertà di espressione | Contrassegnato , , , | Lascia un commento