Siete lo stesso coinvolti

Ha detto che «una forza che raccoglie al primo colpo il 25% dei consensi non è un fenomeno transitorio» e ha poi spiegato di non voler «fare certo da raccordo delle forze populiste contro quelle che si definiscono responsabili. Ma allo stesso modo non appoggerò un rassemblement dei responsabili contro i populisti». Nel colloquio raccontato da Francesco Verderami per il Corriere della Sera, l’ex segretario del Pd ha parlato delle cose che accadono da una prospettiva, dal mio punto di vista, sostanzialmente condivisibile e nient’affatto scandalosa o improponibile.

Dopotutto, se mi iscrissi al Pd proprio perché Bersani ne era diventato il segretario, un motivo doveva pur esserci. Per dirla meglio, io con il novanta per cento degli eletti del M5S non prenderei nemmeno un caffè e con la restante parte non più di quello. Ma io non sono un dirigente politico, quindi non ho l’obbligo di trovare una soluzione agli scenari che potrebbero verificarsi. Mettendomi in una disposizione esclusivamente speculativa (in senso dianoetico), però, capisco il ragionamento del compagno Pierluigi, che se da un lato non si pone al loro fianco, dall’altro non vuole far parte di un’incoerente “santa alleanza” tenuta insieme dall’unico collante della paura per le compagini antisistema, che ucciderebbe qualsiasi refolo di speranza nel poter ritornare a far politica e segnerebbe, nell’alleanza fra destra e sinistra eletta a strategia, la resa all’egemonia demagogica, che proprio dell’inesistenza del confine fra sinistra e destra nutre la propria retorica. Anche perché, ed è il non detto, se davvero i grillini dovessero risultare il primo partito come alcuni sondaggi indicano, tenerli fuori dal governo del Paese non sarebbe impresa agevole, né corretta sotto il profilo democratico e della rappresentanza politica nell’assetto istituzionale.

Fin qui il ragionamento in punta di pensiero. Perché nei fatti, sinceramente, il futuro scenario del Parlamento che verrà e del Governo che si dovrà formare partendo dai numeri che si avranno m’interessa relativamente poco. Gli uni o gli altri, presunti populisti e sedicenti responsabili, per quanto si possano credere assolti, sono ugualmente coinvolti, se è lecito usar parafrasi alte per dir di cose minime.

E siccome i professionisti sono loro, io mi limiterò a guardarne e commentarne le gesta.

Questa voce è stata pubblicata in libertà di espressione, politica e contrassegnata con , , , , . Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *